Miami Heat

Heat, il dilemma di Spoelstra: Udrih o Weber?

Come riportato da Manny Navarro del Miami Herald, Erik Spoelstra affronterà in questa settimana un momento decisivo per la stagione degli Heat ossia il taglio di alcuni giocatori della rosa. Se alcune situazioni sembrano già definite, gli occhi degli opinionisti sono tutti su una decisione in particolare, ossia quale playmaker tenere tra Beno Udrih, veterano della NBA ed usato sicuro e Briante Weber, giovano promettente messosi in evidenza durante questa pre-season. L’indecisione regna ancora sovrana, queste le parole del coach degli Heat: “Sono due giocatori molto diversi. Bri è dinamico, ha bisogno di integrarsi nel sistema di gioco ma offre grande dinamismo e una notevole solidità difensiva. La sua fase offensiva ha bisogno ancora di lavoro per migliorare. Per quanto riguarda Beno, è un veterano di sicura affidabilità, ha giocato in squadre di alto livello e possiede una grande intelligenza cestistica che ad una squadra giovane come la nostra può sempre far comodo”. Quella che sembra una decisione secondaria ha in realtà un grande significato: da qui in avanti si capirà cosa vogliono fare i Miami Heat. Puntare esclusivamente sui giovani o creare un’amalgama di giovani e veterani per ottenere risultati immediati? La palla passa a Spoelstra.



Ventisei anni, laureato in Lettere Moderne e specializzato in Storia, appassionato di svariati sport: Judo (che pratico), Basket (che ho praticato) e tifoso dei Boston Celtics, Calcio (che vedo solo a colori Rossoneri e Azzurri) e Tennis. Una volta morto vorrei copiare l'epitaffio della tomba di Califano: "Non escludo il ritorno"


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *