Un super Curry vince il duello con Irving e regala il big match ai Warriors, OKC passa a Detroit




Sono soltanto 7 le partite andate in scena nella notte NBA, con i fari puntati sul big match tra Warriors e Celtics, con un irreale di prestazione di Stephen Curry che ha portato la vittoria nella Baia. Nel resto delle gare troviamo soltanto due colpi esterni, quello dei Thunder a Detroit e quello di Washington ad Atlanta, mentre Pacers, Heat, Denver, Timberwolves, con i sopracitati Warriors, difendono i propri fortini casalinghi.

Boston Celtics-Golden State Warriors 105-109

Celtics: Irving 37, Brown 20, Horford 15, Morris 12. Rimbalzi: Horford 13. Assist: Irving 4.

Warriors: Curry 49, Durant 20, Green 15, Thompson 7. Rimbalzi: Green 11. Assist: Curry 5.

Oklahoma City Thunder-Detroit Pistons 121-108

Thunder: Westbrook 31, George 26, Anthony 21, Adams 13. Rimbalzi: Westbrook 11. Assist: Westbrook 13.

Pistons: Harris 21, Bullock 16, Smith 15, Marjanovic 14. Rimbalzi: Drummond 13. Assist: Smith 9.

Orlando Magic-Indiana Pacers 112-114

Magic: Gordon 22, Fournier 21, Payton 12, Birch 11. Rimbalzi: Gordon 11. Assist: Payton 5.

Pacers: Oladipo 24, Stephenson 21, Young 20, Sabonis 17. Rimbalzi: Sabonis 9. Assist: Collison 7.

Washington Wizards-Atlanta Hawks 129-104

Wizards: Morris 23, Scott 19, Beal 18, Porter Jr 18, Oubre Jr 15. Rimbalzi: Gortat 6. Assist: Frazier 14.

Hawks: Prince 14, Dedmon 14, Dorsey 14, Ilyasova 12, Muscala 10. Rimbalzi: Muscala 6. Assist: Schroder 7.

Charlotte Hornets-Miami Heat 91-95

Hornets: Walker 30, Howard 20, Batum 9, Lamb 8. Rimbalzi: Howard 16. Assist: Walker 5.

Heat: Richardson 19, Ellington 17, Olynyk 16, Johnson 10. Rimbalzi: Adebayo 12. Assist: Olynyk 6.

Dallas Mavericks-Denver Nuggets 89-91

Mavericks: Barnes 22, Smith Jr 13, Ferrell 12, Nowitzki 11. Rimbalzi: Barnes 6. Assist: Smith Jr 6.

Nuggets: Harris 24, Murray 15, Lyles 13, Barton 11, Jokic 11. Rimbalzi: Jokic 16. Assist: Jokic 11.

Brooklyn Nets-Minnesota Timberwolves 97-111

Nets: Okafor 21, Stauskas 15, Carroll 12, Allen 10, Harris 9. Rimbalzi: Acy 7. Assist: Dinwiddie 10.

Timberwolves: Butler 21, Wiggins 21, Towns 16, Crawford 16. Rimbalzi: Towns 19. Assist: Butler 5.

 

TOP:

Russell Westbrook (Thunder) – Semplicemente dominante. Guida OKC alla vittoria mettendo a referto l’ennesima tripla-doppia (31-11-13) gestendo la squadra nella maniera corretta e tirando più che discretamente (59%). Unico neo le 6 palle perse.

Lance Stephenson (Pacers) – Grandissima prova da parte del n°1 dei Pacers, che risulta decisivo nella rimonta che porta alla vittoria. Sostiene Oladipo e compagni iscrivendo 21 punti (9/13), 5 rimbalzi, 6 assist e 2 palle rubate.

Stephen Curry (Warriors) – Prova davvero super per il bi-MVP della Lega, che deve fare gli straordinari, data la giornata no di Durant e Thompson, per far portare a casa la vittoria ai suoi: 49 punti (8/11 da 2, 8/13 da 3 e 9/10 ai liberi), 4 rimbalzi, 5 assist e 2 palle rubate.

Kyrie Irving (Celtics) – Nonostante la sconfitta arriva una prova davvero magistrale da parte del play dei Celtics, che è sempre uno spettacolo da vedere in campo: 37 punti (8/12 da 2, 5/6 da 3 e 6/8 ai liberi), 2 rimbalzi e 4 assist.

FLOP:

Klay Thompson (Warriors) – Giornata veramente no per il n°11 dei Warriors, che sbaglia tiri che gli appartengono e non riesce mai a trovare il ritmo partita. Attacco quindi poco sostanzioso (7 punti con un orribile 3/12 dal campo), anche se si salva un po’ con la difesa.

Dennis Schroder – Kent Bazemore (Hawks) – Il duo che dovrebbe trascinare Atlanta stanotte la affonda. Per il primo parliamo di 9 punti (3/12) con 3 palle perse, mentre il secondo brilla con la bellezza di 3 punti (1/9) e 2 palle perse.

Nicolas Batum (Hornets) – A Charlotte è mancato davvero poco per centrare la vittoria e le cose sarebbero andate diversamente se il n°5 di Walker e cosi avesse dato il suo solito contributo. Serataccia al tiro che porta a soli 9 punti (3/13).



Veneziano classe '98. Grande appassionato di basket (anche se seguo in generale praticamente ogni sport), ma anche di musica e film. Sono cresciuto inseguendo la figura di Kobe Bryant e ho due frasi preferite riguardo lo sport: "Hard work beats talent when talent fails to work hard" (Kevin Durant) e "Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better" (Samuel Beckett).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *