Bradley Beal, 51 punti contro Portland

Un Bradley Beal da 51 punti espugna Portland, i Jazz perdono contro i Thunder

Tre partite disputate nelle notte NBA senza troppe sorprese per quanto riguarda i risultati. A sorprendere invece un Bradley Beal da 51 punti che guida i suoi Washington Wizards alla vittoria contro i Portland Trail Blazers dopo la pesantissima sconfitta contro gli Utah Jazz della notte scorsa, nonostante l’assenza di John Wall. Vincono anche gli Oklahoma City Thunder in rimonta contro gli Utah Jazz, con il solito Russell Westbrook che va in tripla doppia. Infine i Phoenix Suns  subiscono la sconfitta in casa dei Toronto Raptors.

Utah Jazz – Oklahoma City Thunder 94 – 100

I Thunder iniziano sottotono una partita che li vedrà abbastanza in difficoltà. I Jazz attaccano forte e chiudono in vantaggio il primo quarto, per poi continuare di questo passo e arrivare all’intervallo sul risultato di 47-39. A macinare punti sono principalmente il rookie Donovan Mitchell (chiuderà con 31 punti) e Joe Ingles, che tirano forte da oltre l’arco in questo primo tempo. I padroni di casa cercano di tenersi a contatto, riuscendoci grazie alla prestazione di Russell Westbrook, che chiuderà in tripla doppia, e ai tap in a rimbalzo offensivo di Steven Adams. Nel terzo quarto anche Paul George si prende la sua parte di palcoscenico, ma questo non basta a riagganciare i Jazz che si tengono sempre a debita distanza, senza però riuscire mai a dare lo strattone decisivo alla partita. Proprio questo errore costerà caro agli ospiti. Nel quarto quarto, infatti, i Thunder ingranano la quinta marcia, soprattutto in difesa e soprattutto nel finale, concedendo solo 14 punti ai Jazz e mettendone a segno 32. Questo è quanto basta per portarsi in vantaggio e chiudere la partita con una win.

Jazz: Mitchell 31, Ingles 16, Burks 11. Assist: Rubio 5, Burks 5. Rimbalzi: Sefolosha 8, Gobert 6.

Thunder: Westbrook 34, George 21, Adams 20. Assist: Westbrook 14. Rimbalzi: Westbrook 13, Adams 9.

Washington Wizards – Portland Trail Blazers 106 – 92

I Trail Blazers iniziano nel modo giusto la partita, mentre i Wizards senza John Wall mancano di qualche idea in fase offensiva. Non ci vuole molto, tuttavia, perché salga in cattedra Bradley Beal e decida di prendere in mano le redini della squadra, attaccando forte in penetrazione e segnando spesso. In questo modo i Wizards si portano avanti. Grazie anche ai canestri di Kelly Oubre Jr. nel secondo quarto con Beal in panchina, gli ospiti resistono ai continui attacchi dei Blazers e arrivano all’intervallo sul punteggio di 51-37, nonostante un’ottima prestazione difensiva di Jusuf Nurkic. Nel secondo tempo la musica non cambia e, nonostante la voglia di ribaltare il risultato di Damian Lillard, Beal continua ad attaccare e i padroni di casa continuano a non riuscire ad arginarlo. Il vantaggio Wizards è solido e difficile da intaccare per i Blazers, che tuttavia non si danno per vinti e ci provano strenuamente fino alla fine, riuscendo solo ad arrivare a un temporaneo -9 per poi chiudere la gara sotto di 13 punti.

Wizards: Beal 51, Oubre Jr. 14, Scott 10. Assist: Gortat 7. Rimbalzi: Porter Jr. 10, Gortat 7.

Trail Blazers: Lillard 30, Aminu 17, Nurkic 15. Assist: Lillard 9. Rimbalzi: Nurkic 9, Lillard 8.

Phoenix Suns – Toronto Raptors 113 – 126

Suns: Booker 19, Len 14, Jackson 13.  Assist: Booker 8. Rimbalzo: Monroe 10, Len 7.

Raptors: DeRozan 20, Lowry 20, Ibaka 19. Assist: Lowry 10, DeRozan 8. Rimbalzi: Valanciunas 8, DeRozan 7.



Ingegnere milanese classe '95, amante non troppo precoce del basket, ma sicuramente colpito nel segno dalle sue storie. Einstein diceva "I have no special talents. I am only passionately curious." ed è questa curiosità che mi ha spinto verso The Game, ma anche verso tutto ciò che magicamente gli si può collegare: musica, cinema, letteratura, arte, scienza...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *