James Harden in Houston Rockets - Cleveland Cavaliers

Top&Flop: Harden e Capela distruggono i Cavs. McConnell involuto?

Cinque gare nella notte NBA. Dal confronto tra LeBron James e James Harden a Jrue Holiday che prova a fermare DeRozan e i suoi Raptors, fino ad arrivare al successo dei Nuggets ai danni di OKC. Andiamo a vedere i nostri consueti Top&Flop.

TOP:

Jrue Holiday – Ci prova in tutti i modi a mettere in difficoltà i Raptors e per poco non riesce a trascinare i suoi Pelicans ad una sorprendente vittoria. Al termine della gara il tabellino parla da sé, con ben 34 punti messi a referto (14/20 dal campo), 5 rimbalzi e 11 assist.

DeMar DeRozan – Esce vincitore dal confronto con Holiday, ma soltanto perché aiutato dai compagni, vedi Lowry e Ibaka (37 punti in due). La point guard nativa di Compton risulta comunque decisivo per la settima vittoria stagionale di Toronto, con 33 punti segnati e 8 assist serviti.

James Harden – Tripla doppia e LeBron James annientato. Il Barba tira fuori dal cilindro un’altra prestazione delle sue, con 35 punti, 11 rimbalzi, 13 assist e 5 palle recuperate. Una prova che permette ai Rockets di mantenere la testa della Western Conference assieme ai Warriors.

Clint Capela – Sfrutta praticamente ogni assist di Harden, confermando la sua grande importanza in questo sistema dei Rockets. Doppia-doppia da 19 punti e 13 rimbalzi, 7/9 dal campo, e 4 stoppate.

Emmanuel Mudiay – 21 punti per il congolese dei Nuggets con percentuali davvero ottime: l’80% dal campo, il 100% dalla linea dei 3 punti. Inoltre arrivano 7 rimbalzi e 5 assist.

FLOP:

Jae Crowder – Soltanto 3 punti messi a referto, una tripla, in 23 minuti di permanenza sul parquet. Il resto della sua gara parla negativo: 3 palle perse e 4 falli commessi. Una delle note stonate in casa Cavs.

T.J. McConnell – Nella scorsa stagione aveva trascinato Philadelphia ad alcune vittorie incredibili, per questo motivo tutti ci aspettiamo qualcosa in più da lui. I 4 punti, 5 rimbalzi e 6 assist in 28′ non possono bastare: Ben Simmons e Joel Embiid hanno bisogno di lui.

Wilson Chandler – Denver porta a casa un’altra vittoria contro OKC, ma il 30enne non riesce ad entrare in ritmo. 2 miseri punti in 26′, frutto di un 1/4 dal campo e uno 0/2 dalla lunetta.



“Il basket è l’unico sport che tende al cielo. Per questo è una rivoluzione per chi è abituato a guardare sempre a terra”. [Bill Russell]


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *