I San Antonio Spurs sconfiggono i Golden State Warriors.

Spurs in ripresa, battuti i Warriors, Cleveland convince contro Milwaukee




Notte ricca di partite quella appena passata, con 8 partite a deliziarci dello spettacolo del basket americano. In apertura i Cleveland Cavaliers ritrovano Kevin Love e con un super LeBron James hanno ragione dei Milwaukee Bucks, che hanno però venduto cara la pelle. A seguire i Los Angeles LakersCharlotte HornetsMemphis Grizzlies perdono rispettivamente in casa degli Indiana Pacers, dei Philadelphia 76ers e dei Brooklyn Nets. In Florida si è svolta una lotta di fuoco, con i Miami Heat che hanno avuto bisogno di due overtime e 149 punti per riuscire a imporsi sui Denver Nuggets. Sfida per il tanking, invece, quella tra Chicago Bulls e i New York Knicks, dove i secondi hanno avuto la meglio. I San Antonio Spurs, dopo aver rischiato di rimanere fuori dalla corsa playoff la settimana scorsa, hanno sconfitto i Golden State Warriors non al completo e senza il grosso del loro quintetto base a causa degli infortuni. Chiudono la serata i Detroit Pistons, che vanno a vincere a casa dei Sacramento Kings.

Golden State Warriors – San Antonio Spurs 75 – 89 

Partita importante per gli Spurs che si ritrovano in piena bagarre per la qualificazione ai playoff dopo anni in cui questa non è mai stata in dubbio. Ad affrontarli ci sono i Warriors, privi di Curry, Durant e Thompson a causa di infortuni. I padroni di casa vogliono prendere subito le distanze e ci riescono anche grazie a una buona serata al tiro da tre per i suoi giocatori. Per tutto il primo tempo gli Spurs rimangono, quindi, saldamente in vantaggio raggiungendo abbondantemente la doppia cifra di distacco. Nel terzo quarto, però, qualcosa cambia e i Warriors prendono coraggio e iniziano una rimonta che viene completata allo scadere del periodo con la conquista del primo vantaggio della partita. In questa situazione gli Spurs non possono permettersi una sconfitta e LaMarcus Aldridge sale in cattedra. Con una serie di azioni in post, LMA si prende la scena e guida i suoi a riprendersi il vantaggio perduto e a chiudere la partita.

Warriors: Cook 20, Looney 12, Iguodala 10, Young 10. Assist: Cook 5. Rimbalzi: Looney 8, Cook 5, Iguodala 5.

Spurs: Aldridge 33, Mills 12, Green 11. Assist: Murray 5. Rimbalzi: Aldridge 12, Anderson 10.

Milwaukee Bucks – Cleveland Cavaliers 117 – 124

Bucks: Antetokounmpo 37, Middleton 30, Bledsoe 13. Assist: Bledsoe 8, Antetokounmpo 5. Rimbalzi: Antetokounmpo 11, Parker 6.

Cavaliers: James 40, Love 18, Clarkson 17. Assist: James 10. Rimbalzi: James 12, Love 7.

Los Angeles Lakers – Indiana Pacers 100 – 110

Lakers: Kuzma 27, Lopez 23, Randle 21. Assist: Ball 8. Rimbalzi: Randle 9, Kuzma 8, Lopez 8.

Pacers: Turner 21, Oladipo 20, Young 18, Stephenson 16, Collison 15. Assist: Collison 8. Rimbalzi: Young 9, Turner 7, Booker 7.

Charlotte Hornets – Philadelphia 76ers 94 – 108

Hornets: Walker 24, Hernangomez 17, Lamb 14, Monk 13. Assist: Walker 6. Rimbalzi: Walker 8, Lamb 8.

76ers: Embiid 25, Belinelli 21, Covington 18. Assist: Simmons 15. Rimbalzi: Embiid 19, Simmons 12, Johnson 7.

Memphis Grizzlies – Broolyn Nets 115 – 118

Grizzlies: Harrison 19, Selden 17, Brook 15, Weber 15, Green 14, Parsons 13. Assist: Harrison 8. Rimbalzi: Green 16.

Nets: LeVert 22, Crabbe 22, Carrol 18, Hollis-Jefferson 16, Russell 14. Assist: Russell 7, Dinwiddie 6. Rimbalzi: Hollis-Jefferson 12,Carroll 6.

Denver Nuggets – Miami Heat 141 – 149

Nuggets: Chandler 28, Jokic 28, Barton 20, Murray 16. Assist: Harrs 9. Rimbalzi: Jokic 11, Millsap 7.

Heat: Olynyk 30, Ellington 19, Johnson 18, Richardson 17, Dragic 16. Assist: Dragic 7, Johnson 6. Rimbalzi: Johnson 11, Adebayo 8, Olynyk 7.

Chicago Bulls – New York Knicks 92 – 110 

Bulls: Felicio 17, Blakeney 16, Portis 16. Assist: Payne 6. Rimbalzi: Vonleh 12, Portis 7.

Knicks: Hardaway jr. 22, Beasley 17, Williams 11. Assist:Ntilikina 5, Burke 5. Rimbalzi: Kanter 13, O’Quinn 9.

Detroit Pistons – Sacramento Kings 106 – 90

Pistons: Griffin 26, Smith 18, Bullock 17. Assist: Griffin 7. Rimbalzi: Drummond 16, Griffin 9.

Kings: Hield 20, Fox 16, Jackson 15. Assist: Cauley-Stein 5. Rimbalzi: Hield 6, Cauley-Stein 6.

E ora andiamo a vedere i migliori e i peggiori della notte.

TOP

LeBron James – Con una tripla doppia magistrale da 40 punti, 12 rimbalzi e 10 assist condita con 1 block e 2 steal ha guidato come sempre i suoi Cavs alla vittoria contro i Bucks.

Giannis Antetokounmpo – Nonostante la sconfitta The Greek Freak ha messo in campo dei numeri non da poco: 37 punti, 11 rimbalzi e 5 assist nella sfida contro LeBron e compagni.

LaMarcus Aldridge – È grazie a lui se gli Spurs stanno lentamente riprendendo il posto che gli spetta nella corsa ai playoff. Stanotte 33 punti e 12 rimbalzi più 1 steal e 2 block gli hanno permesso di portare la squadra alla vittoria contro i Warriors.

FLOP

Dario Saric – Nonostante la vittoria, la sua prestazione è rimasta in ombra. Solo 5 punti, 1 rimbalzo e 3 assist per il croato che sta sempre di più diventando un punto cardine di questi Sixers. Una battuta di arresto ci può stare.



Ingegnere milanese classe '95, amante non troppo precoce del basket, ma sicuramente colpito nel segno dalle sue storie. Einstein diceva "I have no special talents. I am only passionately curious." ed è questa curiosità che mi ha spinto verso The Game, ma anche verso tutto ciò che magicamente gli si può collegare: musica, cinema, letteratura, arte, scienza...


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *