Russell Westbrook, Oklahoma City Thunder

Tutto facile per i Cavs, Westbrook ancora in tripla doppia e i Thunder vincono a Boston

Un’altra grande notte di NBA è terminata. Nessuna difficoltà per i Cleveland Cavaliers nella vittoria contro i Brooklyn Nets. I Cavs si impongono 99-119 grazie anche alle ottime prestazioni di Kevin Love (14 punti & 15 rimbalzi), Tristan Thompson (16 punti & 11 rimbalzi) e Kyrie Irving (13 punti & 10 assist). I Nets non danno mai la parvenza di poter fare la differenza sul parquet della Quicken Loans Arena. L’ennesima, devastante prestazione di Russell Westbrook (45 punti & 11 rimbalzi & 11 assist) guida Oklahoma nella vittoria contro i Boston Celtics. Partita spettacolare tra i Golden State Warriors e i Detroit Pistons. Dopo un’equilibrata e intensa lotta nel 4°, la compagine di Oakland riesce a imporsi, ma onore al merito a Detroit che ha lottato fino all’ultimo. Nulla da fare per Chicago contro Charlotte: gli Hornets, guidati da un sensazionale Nicolas Batum (20 punti & 11 rimbalzi & 11 assist), riescono a imporsi contro i Bulls. Continua la striscia di sconfitte dei Los Angeles Lakers, che escono sconfitti dalla casa degli Orlando Magic. Milwaukee passeggia contro Washington con i 39 punti di Giannis Antetokounmpo e i 17 di Malcolm Brogdon, arrivati con un pregevole 100% al tiro. Dopo Golden State, i Memphis Grizzlies fermano tra le mura di casa anche i Houston Rockets, ai texani non bastano i 16 punti & 17 assist di James Harden. Infine, si registrano le vittorie di New Orleans, Sacramento, Atlanta, Toronto, Phoenix, San Antonio e Dallas, rispettivamente contro Miami, Minnesota, Denver, Utah, Philadelphia, Portland e Los Angeles Clippers.

Brooklyn Nets – Cleveland Cavaliers 99-119

Nessuna difficoltà per il Cleveland Cavaliers nella sfida contro i Brooklyn Nets. La franchigia dell’Ohio parte subito forte allungando il vantaggio già nel 1° quarto, portando a referto 29 punti e concedendone solo 15. I Nets non danno segno di poter dire la loro e di conseguenza i Cavs continuano a dettare tempi e gioco, andando negli spogliatoi all’intervallo con un parziale di 40-66. Nel 3° quarto Cleveland aumenta ulteriormente il ritmo di gioco, portando il vantaggio a +46 punti. Con la partita ormai in tasca, il 4° quarto è semplice amministrazione. Brooklyn attacca e riesce a ridurre lo svantaggio a 20 punti, ma oltre non va.

Brooklyn Nets: Lopez 16, Dinwiddie 13, Kilpatrick 12. Rimbalzi: LeVert 7, Hamilton 6. Assist: Lin 6, Kilpatrick 4.

Cleveland Cavaliers: James 19, Thompson 16, Love 14. Rimbalzi: Love 15, Thompson 11. Assist: Irving 10, James 6.

Oklahoma City Thunder – Boston Celtics 117-112

Partita ricca di intensità ed equilibrio quella tra Thunder e Celtics. Dopo una partenza forte di OKC, Boston si impone fin dal 1° quarto con attacchi ben organizzati e finalizzati e una difesa solida. Arrivati sul -11, Oklahoma inizia a carburare e riesce a diminuire lo svantaggio, chiudendo il 1° parziale con uno svantaggio di soli 3 punti. Nel 2° quarto Boston riesce a mantenere il vantaggio ma i Thunder alzano il ritmo e alla sirena dell’intervallo il tabellone segna 58-54 OKC. Nel 3° quarto Oklahoma si impone, grazie soprattutto all’ennesima ottima prestazione di Westbrook che chiude con un’altra tripla doppia a referto (45-11-11), e si porta sul +9. Nel 4° quarto Boston prova a recuperare, ma non riesce ad andare oltre il -5.

Oklahoma City Thunder: Westbrook 45, Sabonis 20, Kanter 20. Rimbalzi: Westbrook 11, Adams 11. Assist: Westbrook 11, Roberson 4.

Boston Celtics: Thomas 34, Horford 23, Johnson 17. Rimbalzi: Bradley 6, Horford 6. Assist: Thomas 10, Johnson 5.

Golden State Warriors – Detroit Pistons 119-113

Grande partita quella disputata al Palace di Detroit. Golden State prova subito ad allungare con una serie di triple, però i Pistons tengono botta e non fanno scappare i Warriors, chiudendo il 1° quarto con uno svantaggio di solo 1 punto. Il 2° quarto inizia come era finito il primo, ovvero con un maggior dominio Warriors, però Detroit, oltre a mantenere il risultato, riesce anche ad aumentare il ritmo, riuscendo a recuperare e sorpassare gli avversari, andando negli spogliatoi all’intervallo con un vantaggio di 2 punti, 57-59. Il 3° quarto vede ancora Detroit dettare il gioco, però Golden State rientra presto in partita e riesce a tornare in vantaggio, portandosi anche sul +8. Il 4° quarto è spettacolare, è un continuo scambio tra un vantaggio Pistons e uno Warriors con un’intensità di alto livello. Alla fine, a prevalere è Golden State, che si impone 119-113.

Golden State Warriors: Durant 32, Curry 25, Thompson 17. Rimbalzi: Green 10, Durant 8. Assist: Green 12, Curry 8.

Detroit Pistons: Harris 26, Caldwell-Pope 25, Jackson 17. Rimbalzi: Drummond 9, Leuer 7. Assist: Jackson 6, Smith 3.

Chicago Bulls – Charlotte Hornets 91-103

Chicago Bulls: Bulter 36, McDermott 15, Wade 12. Rimbalzi: Mirotic 10, Butler 4. Assist: Rondo 10, Butler 4.

Charlotte Hornets: Batum 20, Walker 20, Zeller 13. Rimbalzi: Batum 11, Kidd-Gilchrist 9. Assist: Batum 10, Walker 4.

Los Angeles Lakers – Orlando Magic 90-109

Los Angeles Lakers: Clarkson 18, Russell 15, Williams 13. Rimbalzi: Robinson 11, Deng 10. Assist: Russell 3, Deng 3.

Orlando Magic: Payton 25, Ibaka 19, Augustin 11. Rimbalzi: Ibaka 11, Biyombo 9. Assist: Payton 9, Augustin 4.

Washington Wizards – Milwaukee Bucks 96-123

Washington Wizards: Wall 18, Porter Jr. 18, Morris 14. Rimbalzi: Gortat 6, Porter Jr. 5. Assist: Wall 10, Beal 6.

Milwaukee Bucks: Antetokounmpo 39, Parker 21, Brogdon 17. Rimbalzi: Monroe 11, Antetokounmpo 8. Assist: Brogdon 7, Antetokounmpo 6.

Houston Rockets – Memphis Grizzlies 109-115

Houston Rockets: Anderson 31, Gordon 17, Harden 16. Rimbalzi: Harrell 8, Anderson 7. Assist: Harden 17, Gordon 4.

Memphis Grizzlies: Conley 24, Gasol 16, Randolph 16. Rimbalzi: Gasol 5, Green 5. Assist: Harrison 6, Conley 5.

Miami Heat – New Orleans Pelicans 87-91

Miami Heat: Dragic 23, Winslow 12, J. Johnson 11. Rimbalzi: Whiteside 18, J. Johnson 10. Assist: Dragic 5, Winslow 3.

New Orleans Pelicans: Davis 28, Holiday 22, Galloway 11. Rimbalzi: Davis 22, Cunningham 7. Assist: Holiday 6, Evans 5.

Sacramento Kings – Minnesota Timberwolves 109-105

Sacramento Kings: Cousins 32, Tolliver 17, Lawson 15. Rimbalzi: Cousins 7, Temple 6. Assist: Cousins 7, Collison 6.

Minnesota Timberwolves: LaVine 40, Towns 20, Wiggins 15. Rimbalzi: Towns 13, Dieng 10. Assist: Rubio 8, Towns 5.

Atlanta Hawks – Denver Nuggets 109-108

Atlanta Hawks: Schroder 27, Millsap 20, Muscala 13. Rimbalzi: Millsap 8, Humphries 8. Assist: Schroder 5, Bazemore 4.

Denver Nuggets: Gallinari 21, Chandler 19, Mudiay 17. Rimbalzi: Gallinari 11, Chandler 11. Assist: Jokic 6, Mudiay 5.

Toronto Raptors – Utah Jazz 104-98

Toronto Raptors: Lowry 36, DeRozan 24, Valanciunas 14. Rimbalzi: Valanciunas 7, DeRozan 6. Assist: Lowry 5, Joseph 3.

Utah Jazz: Hayward 23, Mack 17, Gobert 13. Rimbalzi: Gobert 14, Lyles 7. Assist: Ingles 7, Mack 5.

Philadelphia 76ers – Phoenix Suns 116-123

Philadelphia 76ers: Embiid 27, Rodriguez 21, Covington 16. Rimbalzi: Embiid 7, Okafor 4. Assist: Rodriguez 7, Covington 4.

Phoenix Suns: Bledsoe 24, Booker 23, Warren 19. Rimbalzi: Chandler 12, Booker 6. Assist: Bledsoe 11, Booker 6.

San Antonio Spurs – Portland Trail Blazers 110-90

San Antonio Spurs: K. Leonard 33, Mills 23, Aldridge 18. Rimbalzi: Aldridge 14, Lee 9. Assist: Aldridge 6, Mills 5.

Portland Trail Blazers: Lillard 16, McCollum 16, M. Leonard 16. Rimbalzi: McCollum 6, Lillard 5. Assist: Lillard 10, McCollum 3.

Dallas Mavericks – Los Angeles Clippers 90-88

Dallas Mavericks: Barnes 24, Nowitzki 17, Matthews 16. Rimbalzi: Mejri 8, Barne 6. Assist: Williams 9, Curry 7.

Los Angeles Clippers: Crawford 26, Rivers 16, Redick 11. Rimbalzi: Jordan 17, Mbah a Moute 6. Assist: Crawford 6, Rivers 3.



Genovese classe 1997. La passione e l'amore per il basket sono cresciuti di pari passo nel corso degli anni, mentre le doti cestistiche sono rimaste al livello base. Una citazione racchiude tutta l'essenza: "Because limits, like fears, are often just an illusion" - Michael Jordan


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *