Philadelphia 76ers – Boston Celtics 103-108: Philadelphia spreca un vantaggio di 20 punti e si ritrova sotto 2-0 nella serie




Philadelphia e Boston danno vita alla seconda battaglia di queste Semifinali di Conference dopo una Gara1 che aveva evidenziato tante cose belle per i Celtics e tante difficoltà per Philadelphia. Saranno ancora i biancoverdi a trovare la vittoria, difendere il fattore campo e ritrovarsi sul 2-0 dopo che molti li avevano dati per spacciati; Phila continua a faticare dalla lunga distanza (da Saric a Belinelli) e un Embiid non troppo in serata nel finale, li porta alla seconda sconfitta nella Serie. Ora i 76ers dovranno reagire per forza di cose e pareggiare grazie al fattore campo nelle prossime due partite a Philadelphia, Gara3 sabato sera.

Philadelphia 76ers – Boston Celtics 103-108 (0-2)

Philadelphia parte in quarta pronta per riscattare i troppi errori in Gara1 e, per i primi 12 minuti riesce a giocare il ritmo che vuole lei, mettendo le triple che deve mettere e anche segnando qualche canestro di troppo: JJ Redick conclude un primo quarto da 14 punti, dopo aver segnato i primi 8 dei suoi. Boston subisce il ritmo del primo periodo e per la prima volta si ritrova sotto di 10 presto nella partita per colpa di qualche imprecisione dalla lunga distanza e dalla buona difesa messa in campo da Philadelphia. Alla fine dei primi 12 minuti è +9 76ers che forse lasciano lì anche un parziale più grande, un parziale però che riescono a riscuotere nei primi 7 minuti del secondo periodo nel quale Philadelphia continua a muovere la palla e creare presupposti perfetti per far segnate s suoi specialisti: a 5′ dalla fine del secondo c’è il massimo vantaggio a +21. Sembrerebbe tutto spacciato e, a dir la verità, la partita sembrava in totale controllo Phila poi… blackout. Boston gioca 5 minuti di fuoco e grazie ai suoi 3 esterni di punta ritrova la retta via sia in difesa sia in attacco, firmando un parziale di 21-5 con Smart, Brown e Rozier a suonare la carica.

I Celtics tornano in partita dopo l’intervallo lungo con la stessa intensità, Philadelphia sembra sempre più in bambola e tra palle perse e qualche errore al tiro di troppo si trova sul 61-61 a 8 minuti dalla fine del terzo quarto e, di lì a poco, vede il primo vantaggio Boston di serata sul 63-64: terzo periodo a dir poco perfetto di Boston, efficace su entrambi i lati del campo dove lascia a 19 punti i 76ers e ne segna 28 creando così il solco importante per l’ultimo quarto che sarà brava a gestire. L’emozione e l’intenzione della partita gira tutta a favore dei Celtics, Philadelphia non riesce a difendere nell’ultimo periodo per ricucire definitivamente i 2 possessi di svantaggio e lascia Gara2 ai padroni di casa.

Ora si ricomincia una nuova serie, la panchina di Boston ha fatto una gran fatica nelle gare esterne ed è una buona cosa su cui ripartire per Philadelphia che ha bisogno però di un Ben Simmons migliore, mai in difficoltà quest’anno come in queste due partite.

76ers: Redick 23, Covington 22, Embiid 20. Rimbalzi: Embiid 14. Assist: Simmons 7.

Celtics: Tatum 21, Rozier 20, Smart 19. Rimbalzi: Horford 12. Assist: Rozier 9.



Non posso vivere senza sport, in particolare senza basket, football e calcio. Mi diletto a praticarlo, mi piace raccontarlo e commentarlo. Scrivo per NbaRevolution perché è di un altro livello, tifoso Nuggets dal 2007.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *