I Pelicans vincono dopo due overtime contro i Nets, Warriors ok contro gli Spurs




Nottata NBA caratterizzata da sette partite quella appena trascorsa, con partite poco attraenti sulla carta ma che hanno saputo dare comunque spettacolo, come per esempio la vittoria dei New Orleans Pelicans sui Brooklyn Nets dopo due overtime. Spicca su tutte la vittoria interna dei Golden State Warriors contro i San Antonio Spurs, privi di svariati giocatori chiave.

New Orleans Pelicans-Brooklyn Nets 138-128

In questo “anticipo” del sabato sera i Pelicans decidono prima di fare il bello e il cattivo tempo e poi di sciupare un margine di più di 25 punti, lasciando tornare a contatto Dinwiddie e soci, a cui va il merito di aver mostrato un cuore incredibile e di aver trascinato la gara all’overtime. La fiera dell’orrido però non finisce, e dopo aver rischiato varie volte di perderla i Pelicans riescono a riprendere il largo nel secondo supplementare, andando a vincere soffrendo una partita che era già in tasca. Mattatore della serata Anthony Davis, ma è da segnalare l’ottima prova di Nikola Mirotic al suo fianco (così come Jrue Holiday) e la tripla doppia di Rajon Rondo.

Pelicans: Davis 44, Rondo 25, Holiday 22, Mirotic 21. Rimbalzi: Davis 17. Assist: Rondo 12.

Nets: Crabbe 28, Dinwiddie 24. Rimbalzi: Harris 10. Assist: Dinwiddie 10.

Milwaukee Bucks-Orlando Magic 111-104

Bucks: Antetokounmpo 32, Middleton 21. Rimbalzi: Middleton 9. Assist: Bledsoe 8.

Magic: Hezonja 23, Fournier 20. Rimbalzi: Biyombo 7. Assist: Mack 10.

Washington Wizards-Chicago Bulls 101-90

Wizards: Satoransky 25, Porter Jr. 14. Rimbalzi: Porter Jr., Gortat 9. Assist: Satoransky 6.

Bulls: Holiday 15, Portis 13. Rimbalzi: Markannen, Valentine 10. Assist: Grant 8.

Los Angeles Lakers-Dallas Mavericks 123-130

Lakers: Randle 26, Ingram, Thomas 22. Rimbalzi: Kuzma 15. Assist: Randle 7.

Mavericks: Nowitzki 22, Barnes 21. Rimbalzi: Powell 7. Assist: Barea 9.

San Antonio Spurs-Golden State Warriors 105-122

Spurs: Aldridge, Anderson 20. Rimbalzi: White 7. Assist: Hilliard 5.

Warriors: Thompson 25, Curry, Green 17. Rimbalzi: Green 8. Assist: Green 11.

Denver Nuggets-Phoenix Suns 123-113

Nuggets: Chandler 26, Barton 25, Jokic 21. Rimbalzi: Jokic 9. Assist: Jokic 8.

Suns: Warren 31, Bender 23, Jackson 20. Rimbalzi: Bender 8. Assist: Payton 9.

Los Angeles Clippers-Philadelphia 76ers 98-112

Clippers: Williams 23, Gallinari 22. Rimbalzi: Jordan 21. Assist: Williams 6.

76ers: Embiid 29, McConnell, Redick 17. Rimbalzi: Embiid 16. Assist: Simmons 10.

La nottata è dominata dalla prestazione dei Pelicans Davis e Rondo, ma sono tanti altri a dover essere menzionati tra i migliori: un ormai non più sorprendente Tomas Satoransky, Joel Embiid che distrugge i Clippers e anche un buonissimo Giannis Antetokounmpo. Dall’altro lato della medaglia però ci sono le prestazioni deludenti, che portano il nome di due giocatori in particolare: Bradley Beal, che tira malissimo e appare spesso fuori luogo, e Kevin Durant, che non riesce a fornire il solito contributo alla causa; entrambi però non sono stati così nocivi da condannare le proprie squadre alla sconfitta.



Veneziano, classe 1999. Di professione faccio il tifoso dei Timberwolves e della Juventus, nel tempo libero faccio l'hater dei Lakers e sono caporedattore di NbaRevolution. Se qualcuno conosce dei rituali tribali per vincere una Champions o per arrivare ai Playoff, mi contatti al più presto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *