Reggie Jackson, Detroit Pistons

Pistons e Blazers battagliano sulla sirena, un super James Harden trascina i Rockets


Tra le nove partite disputate nella notte, quella che regala più emozioni è indubbiamente la sfida tra Pisons e Trail Blazers. Le due squadre fanno scordare ai tifosi tutti i disagi causati dalla neve che ha fatto slittare la partita di un giorno (era inizialmente prevista per Sabato notte) regalandogli una battaglia sulla sirena da ben due overtime. Spettacolo anche tra Raptors e Rockets dove un super Harden ha trascinato i suoi alla rimonta con conseguente vittoria. Sugli altri campi vincono come previsto Warriors, Cavaliers, Grizzlies, Clippers e Wizards, con questi ultimi che approfittano dell’assenza di Antetokounmpo per prendersi la W contro i Bucks. Vittoria anche per i Lakers che si godono la seconda partita consecutiva da 17 punti di Brandon Ingram, mentre i Nets cadono sotto i colpi della coppia di rookie Saric-Embiid.

Houston Rockets-Toronto Raptors 129-122

Subire due rimonte in altrettanti giorni non dev’essere particolarmente piacevole, per maggiori informazioni citofonare a casa Raptors. Dopo il crollo avuto nell’ultimo periodo contro i Bulls, ecco infatti che nella sfida casalinga contro i Rockets si è verificata la stessa situazione (per quanto a punteggio leggermente minore e con la scusante del back to back). Dopo un secondo e terzo quarto passati quasi totalmente in pieno controllo su un costante +10, complice anche la serata no al tiro di Kyle Lowry, Toronto si è suicidata a cavallo tra terzo e quarto quarto, concedendo a Houston la rimonta sulle ali del terzetto Harden-Ariza-Harrell. Per i padroni di casa risulta quindi vanificata la serata perfetta di DeMarre Carroll, con il suo 6/10 da oltre l’arco che non è bastato per evitare la seconda sconfitta consecutiva.

Rockets: Harden 40, Harrell 28, Gordon 19, Ariza 17. Assist: Harden 11. Rimbalzi: Harden 10.

Raptors: DeRozan 36, Carroll 26, Lowry 12. Assist: Lowry 6. Rimbalzi: Carroll 8.

Detroit Pistons-Portland Trail Blazers 125-124

A mani bassissime la sfida più avvincente di serata, con un doppio OT la partita tra Pistons e Blazers ci ha regalato emozioni a non finire. Fatta esclusione per i primi minuti di dominio ospite, il massimo vantaggio della sfida è stato infatti il +10 di Portland toccato nel terzo periodo, prontamente ribaltato da Detroit intorno alla metà del quarto quarto. La botta di adrenalina (che i tifosi cardiopatici si sarebbero volentieri risparmiati) è arrivata però tutta nel finale: dopo che Plumlee impatta la sfida sul 100-100 i Pistons mantengono un possesso pieno di vantaggio grazie allo step back di Reggie Jackson su Lillard, ma la sfida è tutt’altro che finita. Con 10.8″ sul cronometro Plumlee pesca McCollum per una tripla profonda dalla rimessa… SPLASH! Tutto in parità! Al primo supplementare sono ancora i Pistons ad arrivare più convinti, con il solito Jackson che trascina i suoi ad un altro possesso pieno di vantaggio con 24.8″ rimasti. A chi può andare il pallone se non di nuovo a McCollum? C.J. infila la sua seconda tripla clutch di serata e poi guarda soddisfatto un Reggie Jackson che aveva spiccato il volo per stopparlo. Ancora parità. Al secondo overtime la situazione si ribalta per la gioia di Motor City: con 11.6″ sul cronometro è Caldwell-Pope a piazzare la definitiva tripla del +1, con McCollum che sul possesso finale fallisce l’ultimo tiro della sfida, consegnando la vittoria a Detroit.

Pistons: Jackson 31, Drummond 28, Caldwell-Pope 26, Harris 14. Assist: Morris 5. Rumbalzi: Drummond 14.

Trail Blazers: McCollum 35, Crabbe 30, Lillard 20, Aminu 16. Assist: Plumlee 12. Rimbalzi: Plumlee 10.

Golden State Warriors-Sacramento Kings 117-106

Warriors: Curry 30, Durant 28, Thompson 18. Assist: Green 10. Rimbalzi: Durant 7, Green 7, Pachulia 7, Iguodala 7.

Kings: Gay 23, Cousins 17, Tolliver 16, Lawson 15, Temple 14, Collison 14. Assist: Cousins 5. Rimbalzi: Cousins 10.

Cleveland Cavaliers-Phoenix Suns 120-116

Cavaliers: James 28, Irving 27, Love 25. Assist: Irving 7. Rimbalzi: Love 10, Thompson 10.

Suns: Bledsoe 31, Booker 28, Warren 15, Chriss 12. Assist: Bledsoe 8. Rimbalzi: Chandler 15.

Utah Jazz-Memphis Grizzlies 79-88

Jazz: Hayward 22, Hill 15, Lyles 11. Assist: Hayward 2, Hill 2, Hood 2, Gobert 2, Mack 2, Ingles 2. Rimbalzi: Gobert 13.

Grizzlies: Conley 19, Gasol 17, Randolph 13. Assist: Conley 9. Rimbalzi: Randolph 11.

Orlando Magic-Los Angeles Lakers 95-111

Magic: Ibaka 19, Fournier 19, Vucevic 19. Assist: Augustin 8. Rimbalzi: Biyombo 11, Ibaka 10.

Lakers: Randle 19, Russell 17, Ingram 17, Mozgov 15. Assist: Russell 7. Rimbalzi: Randle 9, Mozgov 9.

Miami Heat-Los Angeles Clippers 86-98

Heat: Dragic 24, Whiteside 15, J.Johnson 12, T.Johnson 12. Assist: Dragic 5. Rimbalzi: Whiteside 15.

Clippers: Redick 25, Paul 19, Speights 19, Bass 12. Assist: Paul 18. Rimbalzi: Jordan 18.

Washington Wizards-Milwaukee Bucks 107-101

Wizards: Beal 26, Morris 20, Oubre Jr. 17, Wall 16, Porter Jr. 13. Assist: Wall 7, Porter Jr.  7. Rimbalzi: Gortat 12, Morris 10.

Bucks: Parker 28, Brogdon 22, Beasley 18, Monroe 12. Assist: Parker 7. Rimbalzi: Monroe 12.

Philadelphia 76ers-Brooklyn Nets 105-95

76ers: Embiid 20, Saric 18, Covington 15, Stauskas 15, Ilyasova 14. Assist: McConnell 6. Rimbalzi: Covington 11.

Nets: Lopez 26, Hamilton 16, Bogdanovic 12. Assist: Bogdanovic 3, Booker 3, Whitehead 3, Kilpatrick 3, Dinwiddie 3. Rimbalzi: Bogdanovic 8.



Ventitreenne italoamericano diviso tra Firenze e Los Angeles e visceralmente innamorato della palla a spicchi. Ho sempre pensato che niente sarebbe mai stato come il Mamba, poi è arrivato LaVar Ball.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *