New Orleans Pelicans-Portland Trail Blazers 111-102: Holiday regala Gara-2 a NOLA, emergenza Lillard in casa Portland




Archiviata anche Gara-2 tra Pelicans e Blazers al Moda Center di Portland e secondo colpo in trasferta per Anthony Davis & Co., con Lillard che continua a fare fatica insieme al suo compagno di reparto McCollum. Ora New Orleans si ritrova 2-0 dopo 2 partite in trasferta con tutti i favori del pronostico dalla propria parte. Jrue Holiday in una forma strepitosa continua a dimostrarsi un giocatore troppo sottovalutato dal resto della Lega.

New Orleans Pelicans-Portland Trail Blazers 111-102 (2-0)

Partita ancora una volta difensivamente perfetta per i Pelicans dal primo all’ultimo minuto, in particolare sui due esterni e primi violini dei Blazers. Portland cerca disperatamente un tocco di ripresa dal suo condottiero Lillard, il quale tuttavia continua a fare fatica contro l’ottimo Holiday. Partita che sembra promettere benissimo per gli ospiti fin dai primi minuti, facendo le prime prove di fuga con un parziale di 11-2, con Davis a condurre le operazioni e un Rajon Rondo che ha notevolmente alzato il ritmo e la sua qualità di gioco. Dopo un timeout Portland rientra subito in partita, pur sbagliando tanti tiri. I padroni di casa però sembrano aver capito gli errori fatti nel primo scontro di due giorni fa e nel secondo periodo riescono a valorizzare al meglio la panchina e mettere in difficoltà NOLA appena fa riposare i suoi, con un ottimo McCollum e un positivo Nurkic che successivamente aiutano a mantenere un buon vantaggio alla fine del primo tempo, chiuso sul +5. Il problema rimane solo uno, ovvero Damian Lillard: il nativo di Oakland non trova il bersaglio dalla lunga e soffre tantissimo la lunga pressione degli esterni di New Orleans. Il secondo tempo si apre con 7 punti in fila di Holiday che, insieme a 2 punti di Moore e 2 di Davis, permette ai Pelicans di riprendere il controllo della sfida sul 65-64, con il solito filo conduttore di questa serie: difesa e parziale. Portland prova a rimanere attaccata al risultato per giocarsi tutto nell’ultimo periodo grazie a McCollum, che sbriglia molte volte le tensioni dell’attacco dei Blazers, ma Lillard continua a trovarsi in un momento no che non siamo abituati a vedere e allora gli ospiti ne approfittano per allungare e chiudere il terzo quarto sul +9 Pelicans. Portland ancora una volta deve rientrare in partita e mattoncino dopo mattoncino riesce a pareggiare sul 97-97 a poco meno di 4 minuti dalla fine. Poi però il solito Jrue Holiday distrugge i sogni dei padroni di casa con 5 punti di importanza indescrivibile, dopo i quali Lillard perderà probabilmente la palla della partita e consegnerà la possibilità del +7 – poi trasformato in +8 – per gli ospiti a 1 minuto dalla fine.

Adesso si sposta tutto nella città del Jazz e dello Spring Break, con i Pelicans già pronti a fare festa, ma attenzione perché Lillard può decidere di svegliarsi da un momento all’altro. Holiday nel frattempo si prende i canti del caso.

Pelicans: Holiday 33, Davis 22. Rimbalzi: Davis 13. Assist: Rondo 9.

Blazers: McCollum 22, Lillard 17. Rimbalzi: Aminu 15. Assist: McCollum 6.



Non posso vivere senza sport, in particolare senza basket, football e calcio. Mi diletto a praticarlo, mi piace raccontarlo e commentarlo. Scrivo per NbaRevolution perché è di un altro livello, tifoso Nuggets dal 2007.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *