LeBron James, Cleveland Cavaliers

Hayward vince la sfida con James, Beasley si improvvisa Antetokounmpo e stende gli Spurs

La notizia della giorno è inevitabilmente la sconfitta dei Cavs al gran completo contro degli strepitosi Jazz, ma la nottata NBA ci ha riservato molto di più. I Bucks con Atetokounmpo in campo per soli 9′ hanno steso gli Spurs grazie a Brogdon e Beasley, bene anche Warriors, Raptors e Rockets che portano a casa vittorie importanti. Dalla capitale è John Wall a sentenziare la vittoria dei Wizards sui Bulls con un canestro clutch con 5″ rimasti sul cronometro, mentre sull’altra costa escono sconfitti i Lakers dopo un pessimo secondo tempo regalato ai Trail Blazers. Restando in California vincono invece i Kings, con due triple nel clutch time di Cousins e Temple che stendono i Pistons, mentre Atlanta batte senza problemi i modesti Nets.

Cleveland Cavaliers-Utah Jazz 92-100

“Ah vabbè, avranno fatto riposare James”. Quanti di voi hanno pensato una cosa del genere quando stamattina si sono accorti della sconfitta del campioni in carica a Salt Lake City? Niente di più sbagliato. I Cavaliers hanno giocato al gran completo (compreso il nuovo innesto Kyle Korver), ma sono stati “semplicemente” sopraffatti dall’asfissiante difesa casalinga dei Jazz. Il 36.5% di squadra con 29% complessivo da tre punti parla chiaro, la difesa di Utah è stata a dir poco perfetta. Nonostante questo potremmo provare a parlarvi di una gara combattuta, ma sarebbe una bugia. Cleveland è infatti rimasta in partita per appena un quarto e mezzo prima di soccombere sotto i colpi dei padroni di casa, che dopo aver infilato un parziale di +15 per chiudere il primo tempo non si sono più voltati indietro. Tolto un tentativo di rimonta a metà terzo periodo la partita è stata a senso unico, con Utah saldamente in controllo per quasi l’intera durata del secondo tempo. Occhio, con il roster alc completo questi Jazz non hanno niente da invidiare a nessuno.

Cavaliers: James 29, Irving 20, Love 12, Thompson 12. Assist: James 5. Rimbalzi: Thompson 12.

Jazz: Hayward 28, Hood 18, Hill 13, Lyles 12, Favors 12. Assist: Hill 7. Rimbalzi: Gobert 14.

Milwaukee Bucks-San Antonio Spurs 109-107

Con Giannis Antetokounmpo malaticcio e relegato in panchina per gran parte della partita (solo nove i minuti giocati per il greco), i riflettori della sfida sono tutti puntati su Michael Beasley: 34′, 28 punti, 5 rimbalzi, 4 assist, 61% dal campo e 100% (1/1) da tre. Difficile chiedere di meglio. Grazie all’inaspettato exploit in uscita dalla panchina i Bucks sono riusciti prima a restare in partita, e poi a vincere in una sfida che senza Giannis era apparsa quantomeno proibitiva. Nell’arco dei 48′ i Bucks sono stati in svantaggio per almeno 43, arrivando a recuperare un parziale di -12 soltanto negli ultimi minuti del quarto periodo, quando gli Spurs hanno incredibilmente allenatato la morsa e ceduto il passo a Milwaukee. Con San Antonio che si è chiusa a triplicare Beasley, negli ultimi minuti la scena è andata a Malcolm Brogdon: tripla clutch del +2 e successivi due liberi per chiudere la gara. Qualcuno gli ha mai ricordato che è un rookie? Perché Brogdon non sempra davvero saperlo. Bucks Win.

Bucks: Beasley 28, Parker 22, Brogdon 17, Monroe 14. Assist: Brogdon 6. Rimbalzi: Monroe 9.

Spurs: Leonard 30, Simmons 14, Parker 14, Green 14. Assist: Parker 7. Rimbalzi: Gasol 11.

Miami Heat-Golden State Warriors 95-107

Heat: Whiteside 28, T.Johnson 18, Dragic 17, J.Johnson 14. Assist: Waiters 8. Rimbalzi: 20.

Warriors: Durant 28, Curry 24, Green 13. Assist: Curry 9. Rimbalzi: Green 9.

Chicago Bulls-Washington Wizards 99-101

Bulls: Valentine 19, Lopez 14, Carter-Williams 14, Portis 13, Rondo 12. Assist: Rondo 6, Grant 6. Rimbalzi: Gibson 12.

Wizards: Wall 26, Beal 19, Morris 19. Assist: Wall 14. Rimbalzi: Gortat 12.

Boston Celtics-Toronto Raptors 106-114

Celtics: Thomas 27, Smart 14, Horford 14, Olynyk 13. Assist:Thomas 7. Rimbalzi: Horford 9.

Raptors: DeRozan 41, Lowry 24, Valanciunas 18. Assist: Lowry 9. Rimbalzi: Valanciunas 23, DeRozan 13.

Charlotte Hornets-Houston Rockets 114-121

Hornets: Walker 25, Kaminsky 22, Hawes 16, Williams 16, Belinelli 15. Assist: Walker 10. Rimbalzi: Williams 8.

Rockets: Harden 40, Ariza 16, Brewer 15, Harrell 14, Anderson 13. Assist: Harden 10. Rimbalzi: Harden 15.

Portland Trail Blazers-Los Angeles Lakers 108-87

Trail Blazers: McCollum 25, Lillard 20, Harkless 14. Assist: Turner 7. Rimbalzi: Aminu 15.

Lakers: Deng 14, Ingram 11, Williams 10. Assist: Russell 6. Rimbalzi: Randle 10.

Detroit Pistons-Sacramento Kings 94-100

Pistons: Caldwell-Pope 21, Jackson 19, Harris 18. Assist: Jackson 3, Johnson 3. Rimbalzi: Drummond 12.

Kings: Cousins 24, Tolliver 17, Koufos 12. Assist: Cousins 6. Rimbalzi: Cousins 13, Casspi 10.

Atlanta Hawks-Brooklyn Nets 117-97

Hawks: Schröder 19, Millsap 14, Howard 14, Humphries 13, Delaney 12. Assist: Schröder 10. Rimbalzi: Howard 16.

Nets: Lopez 20, Bogdanovic 16, Kilpatrick 14. Assist: Dinwiddie 5. Rimbalzi: Hollis-Jefferson 7, Scola 7, Dinwiddie 7.



Ventitreenne italoamericano diviso tra Firenze e Los Angeles e visceralmente innamorato della palla a spicchi. Ho sempre pensato che niente sarebbe mai stato come il Mamba, poi è arrivato LaVar Ball.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *