Jimmy Butler, Chicago Bulls

Butler e McDermott da favola nella rimonta dei Bulls, Gobert affossa i Timberwolves

Le rimonte di Bulls e Jazz continuano l’onda iniziata da Memphis ieri notte, molto bene anche gli Indiana Pacers che vincono in scioltezza contro dei Knicks sottotono. Sugli altri campi tutto facile per San Antonio e Atlanta mentre Russell Westbrook torna a macinare triple doppie nella vittoria dei suoi Thunder contro i Nuggets. Bene anche Boston che grazie a un Isaiah Thomas da 38 punti vanifica una grande prestazione di Anthony Davis.

Toronto Raptors-Chicago Bulls 118-123

La notizia della spettacolare rimonta dei Grizzlies ai danni di Golden State è notizia soltanto di ieri, ma a quanto pare i Toronto Raptors non sembrano aver dato molta attenzione alla cosa. Dopo un primo quarto giocato punto a punto con i Bulls, i canadesi mettono la quarta trascinati dalle proprie due star, con un vantaggio parziale che aumenta fino a picchi di +19 e che resta sempre saldamente sul +15 fino a metà quarto periodo. Poi la reazione. Dwyane Wade mette in ritmo Jimmy Butler che piazza un paio di tiri pesantissimi per restituire coraggio ai suoi, e la partita cambia completamente. Il vantaggio si accorcia ogni minuto che passa, e entrando nell’ultimo minuto la situazione si fa critica: con 39″ da giocare Butler raccoglie il proprio rimbalzo, la gira a Wade che continua il suo lavoro di assist man trovando alla perfezione McDermott sull’arco… BANG! +2 Bulls dopo una partita all’inseguimento! Toronto la pareggia grazie al solito DeRozan che si guadagna il viaggio il lunetta, ed è così che una partita che sembrava vinta diventa overtime. Inutile dire chi la decide nell’extra time, la coppia Butler-McDermott continua la sua serata di grazia e regala a Windy City una serata indimenticabile.

Raptors: DeRozan 36, Lowry 27, Joseph 14, Valanciunas 14. Assist: Lowry 12. Rimbalzi: Lowry 9.

Bulls: Butler 42, Wade 20, McDermott 17, Mirotic 12. Assist: Wade 7. Rimbalzi: Butler 10, McDermott 10.

Utah Jazz-Minnesota Timberwolves 94-92

La sfida contro gli Utah Jazz è l’emblema della stagione dei Timberwolves: una partita passata in vantaggio per gran parte del tempo, ma persa negli ultimi minuti a causa di scelte sbagliate e una difesa scellerata. Se nel primo tempo la sfida era apparsa scoppiettante, per quanto a punteggio basso (come di consueto quando giocano i Jazz), il secondo era apparso a senso unico: il +12 toccato dalla squadra di Minneapolis tra terzo e quarto quarto poteva far sembrare, ai meno attenti, la partita in discesa per i Wolves… E invece ancora una volta Minnesota si è dimostrata incapace di gestire una situazione favorevole. La coppia Hill-Favors si è caricata la squadra sulle spalle e ha riportato Utah a un solo possesso di distanza, prima del definitivo harakiri dei Timberwolves: con 36″ rimasti, Hill e Favors giocano il solito pick&roll alto, il pallone finisce nelle mani dell’ala grande che però lo spara sul primo ferro… Sembrerebbe fatta, con 28″ da giocare i Wolves devono solo gestire e portare a casa un canestro. Invece no. Minnesota non arriva mai sul rimbalzo di Favors, Towns si perde Gobert (che è un mostro in queste situazioni) che la mette dentro spalle a canestro. Game set and match, Jazz win.

Jazz: Hill 19, Hayward 16, Favors 15, Lyles 13, Gobert 12. Assist: Hill 7. Rimbalzi: Gobert 13.

Timberwolves: LaVine 24, Towns 18, Wiggins 16, Rubio 12. Assist: Rubio 7. Rimbalzi: Towns 15.

New York Knicks-Indiana Pacers 109-123

Knicks: Jennings 17, Anthony 17, Porzingis 16, Rose 14, Kuzminskas 13. Assist: Anthony 5. Rimbalzi: Noah 6.

Pacers: Teague 19, George 19, Young 16, Miles 15, Jefferson 14, Turner 13. Assist: Teague 8. Rimbalzi: Turner 10.

Denver Nuggets-Oklahoma City Thunder 106-121

Nuggets: Chandler 24, Barton 21, Gallinari 15, Nelson 13. Assist: Nelson 8. Rimbalzi: Nurkic 10.

Thunder: Westbrook 32, Adams 16, Oladipo 15, Kanter 14, Roberson 13. Assist: Westbrook 11. Rimbalzi: Westbrook 17.

Charlotte Hornets-San Antonio Spurs 85-102

Hornets: Walker 18, Lamb 13, Kidd-Gilchrist 12. Assist: Walker 3, Lamb 3. Rimbalzi: Zeller 9, Kidd-Gilchrist 9.

Spurs: Bertans 21, Leonard 19, Aldridge 15, Dedmon 15, Mills 13. Assist: Simmons 5. Rimbalzi: Aldridge 11, Dedmon 10.

New Orleans Pelicans-Boston Celtics 108-117

Pelicans: Davis 36, Galloway 20, Holiday 13. Assist: Evans 6. Rimbalzi: Davis 15.

Celtics: Thomas 38, Smart 22, Green 15, Olynyk 12. Assist: Horford 8. Rimbalzi: Horford 7.

Atlanta Hawks-Dallas Mavericks 97-82

Hawks: Hardaway Jr. 22, Schröder 20, Millsap 17, Howard 15. Assist: Millsap 6. Rimbalzi: Howard 20.

Mavericks: Barnes 21, Nowitzki 11, Harris 11. Assist: Barea 7. Rimbalzi: Bogut 11.



Ventitreenne italoamericano diviso tra Firenze e Los Angeles e visceralmente innamorato della palla a spicchi. Ho sempre pensato che niente sarebbe mai stato come il Mamba, poi è arrivato LaVar Ball.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *