Kobe Bryant, Los Angeles Lakers

Le 10 migliori prestazioni offensive nella storia della NBA




Nel corso degli anni abbiamo assistito a prestazioni personali fuori da ogni schema, a tratti leggendarie. Ci sono notti in cui, detto in parole povere, tutti i tiri entrano nel canestro, mettendo a referto una quantità straordinaria di punti. Negli ultimi anni, abbiamo assistito a prestazioni storiche da parte di realizzatori incredibili che grazie alle loro nottate di grazia si sono garantiti il diritto di avere una pagina dedicata negli annali di storia di questo sport. Di chi stiamo parlando? Beh, la memoria è ancora fresca dei 70 punti messi a segno dal giovane Devin Booker, guardia classe 1996 di Phoenix, che è diventato il sesto giocatore nella storia a toccare questa quota e il più giovane a farlo. I suoi 70 non sono bastati ai Suns per vincere contro i Boston Celtics, però la sua partita ci ha portato alla memoria prestazioni leggendarie, di cui oggi abbiamo deciso di parlarvi. Di seguito, dunque, quelle che per noi sono le 10 migliori prestazioni offensive nella storia della Lega.

10. Devin Booker, Phoenix Suns. 70 punti vs. Boston Celtics

Apriamo la classifica proprio con il giovane talento di Phoenix: la sua prestazione è stata infatti tanto straordinaria quanto inaspettata. Come detto, è diventato il giocatore più giovane (20 anni e 145 giorni) a realizzare un punteggio così alto (il record lo deteneva LeBron James con 56 punti realizzati a 20 anni e 80 giorni). Nonostante la sua prova leggendaria, dopo la gara gli sono piovute comunque addosso alcune critiche,basate soprattutto sul fatto che, con la partita praticamente chiusa già dopo il primo quarto, tutti i tiri finivano nelle sue mani. Tutto vero, ma quei tiri bisogna comunque metterli. Il gioiello dell’Arizona ha sfruttato alla perfezione la serata in cui l’intera squadra ha deciso di girare per lui, mettendosi in ritmo e regalando ad ogni singolo spettatore presente una partita che non dimenticherà mai. Sul valore di quest’ultima ognuno si terrà la sua idea, resta il fatto che Booker, nonostante la giovane età, è già entrato nella storia NBA.



Genovese classe 1997. La passione e l'amore per il basket sono cresciuti di pari passo nel corso degli anni, mentre le doti cestistiche sono rimaste al livello base. Una citazione racchiude tutta l'essenza: "Because limits, like fears, are often just an illusion" - Michael Jordan


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *