I 15 scandali più famosi nella storia della NBA




La crescita costante e vertiginosa della NBA ha portato alla nascita di nuovi appassionati della palla a spicchi e della Lega stessa. E una delle attività preferite degli stessi fans è creare classifiche, utili a comparare, per esempio, la qualità di giocatori – talvolta leggende – appartenenti a epoche diverse. Consapevoli del trend, abbiamo deciso di lanciarci anche noi nell’opera di stilare una di queste ormai famose classifiche… ma non potevamo limitarci a banalità quali “Chi è il più grande di sempre?”.

Ecco perché abbiamo deciso di rispondere a un quesito decisamente più rilevante: qual è lo scandalo peggiore – sia effettivamente accaduto sia presunto – che ha vissuto la NBA? Benvenuti nella nostra personalissima top 15.

15) Delonte West e Gloria James

La prima incarnazione di LeBron James a Cleveland – sebbene brillante da un punto di vista individuale e significativa, ma non vincente da una prospettiva di squadra – non è caratterizzata dai picchi raggiunti dalla seconda. Ci ha però lasciato in dono perle sia dentro sia fuori dal campo; La più famosa: uno dei suoi compagni di riferimento all’epoca, Delonte West, avrebbe avuto una relazione con Gloria James, sua madre, e questo provocò qualche episodio poco edificante anche sul terreno di gioco. La voce non è mai stata confermata e mai lo sarà, ovviamente, ma si trattò di più di un semplice rumor.

Proprio nel periodo della presunta tresca, James subisce un fallo da Paul Pierce e zittisce la madre con un perentorio “Sit yo ass down!

La brava Gloria, peraltro, non imparò la lezione di cercare di mantenere un comportamento sobrio, visto che nel 2011 si rese protagonista della non brillante impresa di farsi arrestare per aver schiaffeggiato un membro del personale di un hotel di Miami. La colpa del poveretto? Averci messo troppo tempo nel riportarle la macchina.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *