GarPax non ripara e non sostuisce: i 5 peggiori affari del duo di GM dei Bulls




Il duo di GM di Chicago, composto da Gar Forman e da John Paxson, detto dai tifosi chicagoani “GarPax”, si è reso protagonista negli anni di alti, come la costruzione della squadra dell’epoca Rose, capace di avere il 75% di vittorie per due anni consecutivi e di tenersi competitivi anche dopo il funesto infortunio subito da D-Rose.

Ma come i tifosi dei Bulls sanno, negli ultimi anni il duo si è reso protagonista di scivoloni epici in sede di trade o di FA, portando rapidamente i Bulls alla situazione in cui sono oggi, a tentare un tank senza nemmeno riuscirci.

Andiamo quindi a vedere i vari errori degli ultimi anni.

5. Tony Snell ai Bucks per Carter-Williams

Certo, non è una di quelle trade che cambiano il destino della franchigia, ma quantomeno Snell è un giocatore di pallacanestro, ed ai Bulls aveva mostrato buone capacità di 3&D…ok facciamo che aveva i mezzi per poter essere un discreto 3&D, data la stazza e il rispettabile tiro da 3 (37% ai Bulls). Ai Bucks la situazione è migliorata (40% dall’arco), dimostrandosi un role-player affidabile.

Mentre Michael Carter-Williams, beh, giudicate voi.

La carriera dell’ex ROTY è andata deragliando da quando ha lasciato Philadelphia, ed ha lasciato terra bruciata anche a Chicago. Riferendomi alla sola annata ai Bulls possiamo notare alcune stats negative:

  • Medie di 6 punti, 3 rimbalzi e 2 assist;
  • Nel primo percentile per punti per 100 possessi (86,3 punti per 100 possessi), nel novero dei peggiori giocatori NBA. Per fare un esempio, Snell è nell’88esimo nello stesso anno, e il dato peggiore della carriera di carneadi come ROBERT SACRE o Reggie Evans è rispettivamente 2 e 3.
  • 13esimo percentile nella percentuale di assist che hanno portato a punti dei compagni, il 19,9% dei suoi assist. Roba da centro con mani di pietra.
  • Il 23% da 3, forse lo facevo anche io in NBA.

In sostanza, Michael Carter-Williams è stato un giocatore inutile, scomparendo ai PO nel momento del bisogno dopo l’infortunio di Rondo, e continua il suo tour dell’orrore nei palazzetti NBA agli Hornets.



Tifo Roma, Virtus Bologna e Chicago Bulls, quindi, se volete regalarmi qualche trofeo fate pure.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *