Boston Celtics vs Atlanta Hawks

Dai Pacers di un rinato Oladipo ai Celtics di Irving: le 5 sorprese di questo inizio di stagione




Questo inizio di regular season è stato decisamente sorprendente, con tantissimi risultati inaspettati e una serie di eventi davvero particolari: dagli infortuni di Hayward e Lin all’affermarsi di diversi rookie, come Ben Simmons, Kyle Kuzma, Dennis Smith Jr e Donovan Mitchell. Insomma, questi primi due mesi hanno regalato diverse sorprese, ma più che riferirci ai giocatori, in questo articolo analizzeremo quali sono state le 5 franchigie che più hanno lasciato a bocca aperta, in positivo, i vari tifosi della massima Lega mondiale di pallacanestro.

5 – Indiana Pacers – Con l’addio di Paul George e l’approdo di Victor Oladipo, i dubbi sulle reali capacità della franchigia di Indianapolis erano molti: c’era chi li vedeva in lotta per uno degli ultimi spot per i playoff e chi addirittura li metteva fuori gioco per la postseason. I Pacers invece in questo inizio di stagione hanno davvero fatto faville, trovando un elevato livello di gioco e una discreta costanza nelle prestazioni, elementi che hanno permesso alla truppa di coach Nate McMillan di andarsi a giocare uno dei posti da protagonisti nella Eastern Conference, insieme a squadre come i Wizards e i Bucks. Ma da dove arriva questo successo? Beh, alcuni nomi sono già familiari e non hanno bisogno di chissà quali presentazioni, come Myles Turner e Thaddeus Young, altri invece si sono rivelati delle ottime sorprese, come Bojan Bogdanovic e Damantas Sabonis, i quali stanno fornendo un grande apporto, rivelandosi dei punti fermi nel gioco della squadra. Il vero trascinatore però è l’ex Thunder Victor Oladipo, che con l’approdo ad Indianapolis sembra aver trovato nuova linfa: 24.3 punti, 5.3 rimbalzi, 4.1 assist, 1.9 palle rubate e 1.0 stoppate di media, con il 47.8% dal campo e il 42.6% dall’arco, sono decisamente le cifre migliori della sua carriera, che fanno di lui uno dei giocatori più in forma dell’intera Lega. Al fianco del #4 troviamo un altro giocatore che sembra essersi ritrovato, ovvero Lance Stephenson, che, partendo dalla panchina, sta offrendo prestazioni di grande livello. Rimane un’incognita invece Darren Collison, che nelle prime partite aveva lasciato tutti a bocca aperta, mentre da qualche settimana ad oggi sembra essersi perso. Il #2, qualora dovesse ritrovare continuità, sarà sicuramente un’arma fondamentale dei Pacers.



Veneziano classe '98. Grande appassionato di basket (anche se seguo in generale praticamente ogni sport), ma anche di musica e film. Sono cresciuto inseguendo la figura di Kobe Bryant e ho due frasi preferite riguardo lo sport: "Hard work beats talent when talent fails to work hard" (Kevin Durant) e "Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better" (Samuel Beckett).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *