Glenn Robinson III, Slam Dunk Contest

Slam Dunk Contest: delude Gordon, trionfa un mostruoso Glenn Robinson




Aaron Gordon per prendersi ciò che ha sfiorato lo scorso anno, battuto soltanto da uno strepitoso Zach LaVine che a New Orleans lascia campo al suo rivale rinunciando all’evento. Difronte all’ala dei Magic DeAndre Jordan, Glenn Robinson III e Derrick Jones Jr., pronti a darsi battaglia per cercare di sovvertire i pronostici della vigilia.

È DeAndre Jordan ad aprire i giochi: palla in mano ad un dj, il centro dei Clippers salta il tavolo e schiaccia di prepotenza, ricevendo dai giudici un 41. Arriva il turno di Glenn Robinson che salta su due compagni e si rende protagonista di una reverse dunk da applausi, ricevendo il primo 50. 45 invece al primo turno per Derrick Jones Jr., che mette 4 compagni in fila e li salta, sbagliando il primo tentativo respinto dal ferro ma risultando impeccabile nel secondo. L’attesa è finita, è il suo turno, Aaron Gordon scende sul parquet insieme ad un… drone. Sì, un drone. L’apparecchio lascia la palla, un rimbalzo e… boom! Palla tra le gambe, e schiacciata mostruosa, nonostante il giocatore dei Magic faccia centro soltanto al quarto tentativo. Per lui, comunque, soltanto 38 punti.

Si passa al secondo turno, e Gordon delude ancora. Il vice campione in carica evita il drone e prova ad usare invece tutta la sua esplosività, ma si deve accontentare di un 34. Decisamente meglio Jordan, che passa dai 41 del primo turno a 43. Questa volta la scena se la prende tutta Derrick Jones: il giocatore di Phoenix riceve da Booker dopo un rimbalzo sul lato del tabellone, sottogamba e schiacciata! I 50 per lui sono d’obbligo. 41 i punti conquistati invece da Glenn Robinson nella sua seconda performance.

A contendersi il titolo sono Glenn Robinson e Derrick Jones Jr. L’ala dei Pacers salta in testa a Paul George e schiaccia ad una mano, ottenendo un 44. Jones non riesce a trovare il canestro nella sua esibizione, soltanto 37 punti per lui. Nel secondo turno però è decisamente stratosferico: palla presa dopo un rimbalzo, sottogamba e arena che vibra. 50 punti tra l’incredulità del pubblico. Incredulità che permane tra gli occhi dei presenti e non solo davanti all’ultima schiacciata di Robinson: palla sulla testa di PG, salta la stella dei Pacers e altri due andando a conquistare con uno strameritato 50 lo scettro di miglior schiacciatore. È lui il successore di Zach LaVine, nonostante l’edizione appena terminata non ricordi neanche lontanamente a livello di emozioni quella della scorsa stagione.



“Il basket è l’unico sport che tende al cielo. Per questo è una rivoluzione per chi è abituato a guardare sempre a terra”. [Bill Russell]


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *