Eric Gordon, Three Point Contest

Three Point Contest: Eric Gordon conferma la regola dell’ex vincendo a New Orleans




Il Three Point Contest è come al solito una delle competizioni più attese dell’intero All-Star Weekend, del resto quando a scendere in campo sono tiratori del calibro di Eric Gordon, Klay Thompson, Kyrie Irving e Kemba Walker… Lo spettacolo è assicurato.

Ad aprire i giochi è stato proprio Kemba, che ha settato la barra discretamente alta con un primo giro da ben 19 punti. A seguire è stato Kyrie Irving con 20, mettendo a referto 7 dei suoi ultimi 9 tentativi, mentre il livello è calato poco dopo con gli 11 di un Wesley Matthews apparso decisamente non bollente come negli anni d’oro di Portland. Non c’è stato neanche tempo di disperarsi però, perché Eric Gordon (dopo qualche fischio, dovuto per un ex) ha rinconquistato la folla con 24 punti ottenuti addirittura con un tiro in meno vista la sirena che lo ha bloccato con l’ultima “money ball” ancora in mano. Dopo la star dei Rockets ha provato a esaltare tutti l’amatissimo Nick Young, con un round decisamente “Swaggy” visto quanto se l’è presa comoda, che ha dovuto però arrendersi al 19 di Kemba Walker fermandosi a un solo punto di distanza dal giocatore degli Hornets. Per chiudere, dopo i pessimi 10 e 9 di Kyle Lowry e CJ McCollum, ad abbandonare la sfida con un altro 18 è stato anche il campione in carica della sfida, Klay Thompson, incapace di toccare la quota minima di 20 che ci saremmo indubbiamente aspettati da lui.

Eric Gordon, Three Point Contest

Eric Gordon, il nuovo campione in carica del Three Point Contest

Al secondo giro sono quindi passati Kemba Walker, Kyrie Irving ed Erico Gordon, tre tiratori di primissimo livello: dopo il 17 fatto registrare da Kemba infatti, Kyrie ne ha infilati 20 che sono poi stati prontamente pareggiati da Eric Gordon con 4 tiri ancora da tentare… Tutti falliti però. Overtime.

Al round supplementare il playmaker dei Cleveland Cavaliers ha forse pagato la fatica di tutti i tiri tentati in successione, mentre Eric Gordon tra i ferri amici è andato nuovamente on fire infilando il terzo score da almeno 20 punti (21 per l’esattezza) della notte che gli ha consentito di laurearsi campione! Dalla California al Texas, il titolo cambia stato ma non Conference. Almeno fino all’anno prossimo.

Non è finita qua però, perché a chiudere il tutto ci ha pensato Reggie Miller: dopo l’annuncio che TNT avrebbe donato 10.000$ alla Sager Strong Foundation per ogni tripla segnata nell’ulteriore minuto messo sul cronometro, la leggenda degli Indiana Pacers ha invitato a tirare i tre finalisti Kemba Walker, Kyrie Irving e Eric Gordon, più Candace Parker, James Harden, DJ Khaled, DeMar DeRozan e altre celebrità che in 60″ hanno infilato 13 triple. Cioè la bellezza di 130.000$ per la fondazione dell’amato Craig Sager. Come se non bastasse, Steph Curry è poi stato chiamato a tentare qualche tiro da metà campo per portare il totale a mezzo milione di dollari. I tentativi sono falliti, ma i 500.000$ sono stati donati comunque dopo una schiacciata del più giovane figlio di Craig Sager, sollevato al ferro da Shaquille O’Neal.

Decisamente un finale toccante.



Ventitreenne italoamericano diviso tra Firenze e Los Angeles e visceralmente innamorato della palla a spicchi. Ho sempre pensato che niente sarebbe mai stato come il Mamba, poi è arrivato LaVar Ball.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *